Le tendenze di trading online per il 2018

Le tendenze di trading online per il 2018

Il trading online è nato qualche anno fa con l’espandersi dei computer in tutte le abitazioni domestiche. Si tratta di investire denaro a distanza, pertanto chiunque può farlo, basta che sia dotato di un computer e di una connessione ad Internet.

Sin dagli esordi, il trading online ha avuto molte evoluzioni da tutti i punti di vista ed in particolare all’inizio veniva propagandato come un metodo per fare denaro facilmente e diventare miliardari senza fare nessuna fatica.

Nulla di più sbagliato: per riuscire a fare soldi con il trading online bisogna innanzitutto impegnarsi molto a fondo, studiare e rassegnarsi all’idea che si possono perdere ingenti somme di denaro.

I mercati finanziari sono in evoluzione continua e vengono determinati da situazioni politiche ed economiche, cambi di governo e tantissime variabili che vanno conosciute prima di lanciarsi nel trading online.

Conoscere le nuove tendenze del 2018 è fondamentale per iniziare, ma bisognerebbe fare un passo indietro e capire esattamente che cos’è il trading e soprattutto quanta predisposizione al rischio e quanta liquidità abbiamo.

La strategia di investimento va pianificata sapendo quanto denaro si può spendere considerandolo come già perso, altrimenti non è neanche il caso di lanciarsi. Occorre del tempo per dedicarsi al trading online e più tempo vi si spende più denaro si riuscirà a fare.

Infine, ma non in ordine di importanza, bisogna capire quale tipo di investimento vogliamo sfruttare, perché ce ne sono moltissimi dal momento che oggigiorno si può fare tutto online: investimenti in borsa, forex, azioni, opzioni binarie e tutto quello che offre il mercato.

Il mercato va conosciuto bene ed è preferibile dedicarsi a un solo ambito cercando di studiarne l’andamento per fare gli investimenti giusti, piuttosto che spaziare in maniera superficiale da un settore all’altro.

Il forex trading anche nel 2018 sarà uno dei campi di investimento che andrà per la maggiore, perché si trova da sempre in forte espansione dal momento che è relativamente poco rischioso e semplice.

Le classiche azioni in borsa sono in netto calo, perché sono diventate eccessivamente rischiose a causa dei continui sbalzi del mercato dovuti alle situazioni politiche ed economiche mondiali che cambiano ogni giorno. La borsa è anche poco produttiva ed è forse il settore di trading online meno proficuo al momento.

Il sistema di usare Internet per effettuare acquisti e vendite di strumenti finanziari è molto comodo perché si può fare in qualunque momento seduti al proprio computer o dallo smartphone, 24 ore su 24.

Il settore che renderà di più nel 2018 sarà ancora una volta il forex, che consente di guadagnare percentuali fino al 90% con una sola transazione che dura pochi secondi. Il piano d’investimento va studiato con attenzione, in modo da scegliere la strategia giusta e i mercati sui quali investire senza rischi.

Molte persone si affidano a dei broker che naturalmente sono a pagamento, ma avendo la pazienza di studiare, impegnarsi e faticare moltissimo per riuscire ad entrare nei meccanismi di mercato, si può fare anche tutto da soli. Una volta elaborata la strategia d’azione bisogna applicarla scientificamente senza mai e poi mai improvvisare.

I guadagni arriveranno con l’esperienza e questo vale sempre sin dall’inizio dei tempi e varrà sempre anche nel 2018 e oltre: mai lasciarsi prendere dall’emozione e studiare strategie da applicare a mente fredda senza lasciarsi abbattere dalle delusioni.

Perdere dei soldi sarà inevitabile soprattutto all’inizio ed è per questo che è bene avere un piccolo capitale da considerare già perso: ogni guadagno sarà un di più, solo così si riuscirà ad ottenere soddisfazione.

Nel 2018 gli investimenti migliori riguarderanno anche le azioni Google, Twitter, Facebook, Apple e non da ultimo bisogna considerare le materie prime come oro e petrolio, soprattutto il metallo giallo che è in crescita continua.

Ultimamente si sente parlare di criptovalute ed è molto probabile che nel 2018 aumenteranno le persone che si dedicheranno a questo genere particolare di trading online. Le criptovalute sono derivate dal Bitcoin, la prima moneta elettronica inventata nel 2008 da un giapponese anonimo, dalla quale è nata una rete che permette di trasferire e possedere denaro in maniera anonima.

Il denaro virtuale viene conservato sul computer o su un altro supporto digitale dal proprietario oppure da banche virtuali e il suo utilizzo avviene mediante rete peer to peer. Il sistema è particolarmente complesso e non ancora sufficientemente diffuso per rischiare in questo settore, ad ogni modo il trading del futuro andrà in questa direzione.

Nel 2018 un altro settore per il quale è prevista una forte crescita è quello delle obbligazioni, considerate da sempre tra gli investimenti più sicuri, ma da fare in maniera autonoma e senza appoggiarsi a istituti di credito. Bisogna considerare che ultimamente è stata varata la legge del bail-in, secondo cui una banca in crisi finanziaria può attingere ai conti correnti dei propri clienti.

Le obbligazioni bancarie sono sconsigliate, così come i buoni del Tesoro pluriennali, ormai obsoleti e destinati a sparire. Vi sono settori economici molto più redditizi con tassi di interessi migliori piuttosto che i BTP ed è su questi che bisogna puntare per riuscire ad investire denaro proficuamente.