Veroconsumo - Associazione indipendente di Consumatori e Famiglie

FAQ - Le risposte ai dubbi e alle domande pių frequenti

 
Quali sono i danni risarcibili del passeggero?
Nel danno patrimoniale rientrano tutte le spese che il passeggero ha dovuto affrontare durante l’attesa, quali ad esempio il costo di un altro biglietto per raggiungere la destinazione finale o quello per pasti o bevande.
Nel danno non patrimoniale rientrano tutti i danni morali, biologici, esistenziali caratterizzati da stress e malessere psico-fisico causati dalle prolungate attese, che in alcuni casi possono arrivare al punto di rovinare parte della vacanza, considerato che la stanchezza accumulata non consente al “passeggero-vittima” di godersi appieno il proprio “bene” vacanza.
 

 
Cosa fare in caso di ritardo del volo?

 
Cosa fare in caso di negato imbarco?
Il vettore è obbligato in primo luogo a verificare tramite appello se vi siano dei volontari disposti a rinunciare alla prenotazione in cambio di benefici da concordare tra il passeggero ed il vettore nonché l’obbligo di fornire al passeggero la scelta tra:

 
Cosa fare in caso di cancellazione del volo?
In caso di cancellazione del volo la compensazione pecuniaria prevista ammonta a:
- € 250,00 per le tratte aeree fino a 1.500 Km
- € 400,00 per le tratte aeree intracomunitarie superiori a 1.500 Km e per tutte le altre tratte aeree comprese tra i 1.500 e i 3.500 Km
- € 600,00 per tutte le tratte aeree superiori ai 3.500 Km al di fuori dell’Unione Europea.
Il vettore non è tenuto al risarcimento se il passeggero se la cancellazione sia stata causata da circostanze eccezionali che non si sarebbero comunque potute evitare anche se fossero state adottate tutte le misure del caso o se è stato informato della cancellazione:
- con almeno due settimane di preavviso
- nel periodo compreso tra due settimane e sette giorni prima, qualora venga offerto un volo alternativo non più di due ore prima dell’ orario di partenza originariamente previsto e di raggiungere la destinazione finale meno di quattro ore dopo l’orario di arrivo originariamente previsto
- meno di sette giorni prima, qualora venga offerto un volo alternativo non più di un’ora prima dell’orario di partenza originariamente previsto e di raggiungere la destinazione finale meno di due ore dopo l’orario d’arrivo originariamente previsto.
 

 
Quali sono le misure ed il peso dei bagagli a mano?
In linea di massima deve essere composto da non più di una borsa del peso inferiore ai 10 chili e delle dimensioni, che permettono di alloggiarlo comodamente nel vano portabagagli della cabina passeggeri, comunemente non superiore a cm 50x45x25.
Ciascuna compagnia aerea, però, consente per il bagaglio a mano caratteristiche specifiche in relazione al peso e alle misure, pertanto è consigliabile controllare sempre prima sui relativi siti ufficiali.
COMPAGNIA MISURE PESO BAGAGLIO A MANO
EasyJet 56 x 45 x 25 cm NO Unico
Lufthansa 55 x 40 x 20 cm 8 Kg 1 + Borsa/Laptop
British Airways 56 x 45 x 25 cm NO 1 + Borsa/Laptop
Alitalia 55 x 35 x 25 cm 5 kg 1 + Borsa/Laptop
Ryanair 55 x 40 x 20 cm 10 kg Unico
Meridiana 56 x 40 x 20 cm 8 kg Unico
Wind Jet 51 x 35 x 23 cm 10 kg Unico
Air France 55 x 35 x 25 cm  12 1 + Borsa/Laptop
Tabella aggiornata al luglio 2010
 

 
Quali controlli vengono effettuati in aeroporto?
Ai punti di Controllo di sicurezza aeroportuale saranno controllati ciascun passeggero ed il relativo bagaglio a mano per individuare eventuali articoli proibiti.
Al fine di agevolare il controllo è obbligatorio:

 
Quali e quanti liquidi si possono portare a bordo?
Al fine di proteggere i passeggeri dalla minaccia terroristica costituita dagli esplosivi in forma liquida, l’Unione Europea ha adottato nuove regole di sicurezza che limitano la quantità di sostanze liquidi che è possibile portare a bordo.
I liquidi dovranno essere contenuti in recipienti aventi ciascuno la capacità massima di 100 millilitri (1/10 di litro) od equivalenti (es: 100 grammi) ed i recipienti in questione dovranno poi essere inseriti in un sacchetto di plastica trasparente e richiudibile, di capacità non superiore ad 1 litro (ovvero con dimensioni pari a circa cm 18 x 20).
I liquidi comprendono:

 
Quali sono i diritti di un passeggero disabili o con mobilità ridotta?
Una compagnia aerea non può rifiutare, per motivi di disabilità o di mobilità ridotta:
- di accettare una prenotazione per un volo in partenza o in arrivo a un aeroporto al quale si applica il Regolamento (CE) n. 1107/2006
- di imbarcare una persona con disabilità o una persona a mobilità ridotta in tale aeroporto, se la persona interessata è in possesso di un biglietto valido e di una prenotazione
Il rifiuto della prenotazione o dell’imbarco può avvenire solo:
- per motivi di sicurezza
- se le dimensioni dell’aeromobile o dei suoi portelloni rendono fisicamente impossibile l’imbarco o il trasporto del passeggero disabile o a mobilità ridotta.
 

 
Quali sono le forme di assistenza che un passeggero disabile o con o con mobilità ridotta deve ricevere dal gestore aeroportuale?
Il gestore aeroportuale deve prestare gratuitamente ai passeggeri a mobilità ridotta le forme di assistenza che consentono di:

 
Quali sono le forme di assistenza che un passeggero disabile o con o con mobilità ridotta deve ricevere dalla compagnia aerea?
La compagnia aerea deve garantire ai passeggeri a mobilità ridotta le seguenti forme di assistenza:

 
Cosa bisogna fare in caso di manomissione o danneggiamento del bagaglio registrato?
In caso di danneggiamento del bagaglio, entro 7 giorni, inviare un reclamo scritto (via fax o preferibilmente per raccomandata a/r) e tutta la documentazione specificata di seguito all’Ufficio Relazioni Clientela e/o Assistenza Bagagli della compagnia aerea con la quale si è viaggiato per l’avvio della pratica di risarcimento.

 
Cosa fare in caso di smarrimento del bagaglio?
In caso di smarrimento del bagaglio registrato è necessario rivolgersi immediatamente all’ufficio Lost&Found Servizio Assistenza Bagagli dell’aeroporto di arrivo, prima di lasciare l'area di riconsegna bagagli, dove vi sarà consegnato un modulo contenente tutte le istruzioni necessarie. (Property Irregularity Report o P.I.R.).
 
Se entro 21 giorni dall’apertura del “Rapporto di smarrimento bagaglio” non fossero state ricevute notizie sul ritrovamento, inviare un reclamo scritto (via fax o preferibilmente per raccomandata a/r) e tutta la documentazione di seguito specificata all’Ufficio Relazioni Clientela e/o Assistenza Bagagli della compagnia aerea con la quale si è viaggiato per l’avvio della pratica di risarcimento.
 
In caso di ritrovamento del bagaglio, entro 21 giorni dalla data di effettiva avvenuta riconsegna, inviare un reclamo scritto (via fax o preferibilmente per raccomandata a/r) e tutta la documentazione di seguito specificata all’Ufficio Relazioni Clientela e/o Assistenza Bagagli della compagnia aerea con la quale si è viaggiato per l’avvio della pratica di risarcimento delle eventuali spese sostenute.

Ecco la documentazione da spedire in entrambi i casi:
  • codice di prenotazione del volo in caso di acquisto via internet o l’originale della ricevuta del biglietto cartaceo;
  • originale del P.I.R. rilasciato in aeroporto;
  • originale del talloncino di identificazione del bagaglio e la prova dell’eventuale avvenuto pagamento dell’eccedenza bagaglio;
  • elenco del contenuto del bagaglio nel caso di bagaglio smarrito;
  • elenco dell’eventuale contenuto mancante nel caso di bagaglio ritrovato;
  • originali degli scontrini e/o ricevute fiscali nei quali sia riportata la tipologia della merce acquistata (in relazione alla durata dell’attesa) in sostituzione dei propri effetti personali contenuti nel bagaglio;
  • coordinate bancarie complete.
 

RSS© 2009 Veroconsumo, Associazione indipendente di Consumatori e Famiglie - C.F. 93160180878 - Tutti i diritti riservati
Coordinamento e aggiornamento Blu Media / Realizzazione Francesco Grasso / Hosting Impronte digitali